Ecosistema digitale, ecco gli elementi che sono indispensabili

L’Europa ha bisogno di più della connessione internet più veloce al mondo per recuperare la propria
indipendenza dalla Cina e dagli Stati Uniti. La vera indipendenza, in questo mondo digitale, richiede il
controllo dei suoi quattro elementi principali. Infatti, proprio come gli elementi naturali, anche l’ecosistema
digitale possiede i propri Terra, Acqua, Fuoco e Aria, senza i quali non può esistere. Per prendere il controllo
del sistema digitale è indispensabile comprendere e controllare gli elementi e le relazioni che vi sono tra
loro.
Terra
Per raggiungere l’indipendenza digitale è necessario avere accesso agli hardware, quindi possedere
computer all’avanguardia, chip, processori, fibra ottica e satelliti che permettano di costruire la propria
rete. Questo significa, ironicamente, che chi possiede le risorse naturali ha la possibilità di costruire
hardware a costi poco elevati e la maggior parte delle zone di estrazione dei materiali necessari non si
trovano in Europa. Questione che pone un limite, ma fino ad un certo punto. Se si trovasse il modo di
sfruttare le risorse già esistenti sul suolo europeo, mantenendole all’interno dei confini e costruendo un
sistema condiviso tra gli Stati Membri sarebbe possibile aumentare le potenzialità tecnologiche europee.
Questo piano, però, comporta una programmazione logistica complessa e piani di ricerca e sviluppo
coordinati, difficili da raggiungere.
Acqua
L’accesso alle “vie marittime” digitali è altrettanto importante. Proprio per questo motivo sarebbe
necessario sviluppare una tecnologia comunitaria indipendente da quelle statunitensi o cinesi, in grado di
reperire i dati necessari e diffondere le informazioni in modo conforme alla normativa europea. Nei
prossimi anni la tendenza non dovrebbe più essere quella di lasciare lo sviluppo delle nuove tecnologie “al
mercato”, ma quella di creare i propri canali, come una versione di Google controllata dall’Unione Europea.
Aria
Lo sviluppo ed il mantenimento della sfera digitale indipendente europea richiede idee, conoscenze,
competenze e formazione. Per secoli l’Europa è stata il continente centro di innovazione e crocevia delle
grandi idee della storia. Quando si parla di educazione al digitale altri Paesi nel mondo hanno dettato il
passo. Per poter raggiungere un certo grado di competitività nel settore tecnologico è necessario che si
investa a livello di Unione Europea. Per questo è importante superare i molteplici limiti che vengono
tutt’ora imposti alla crescita coordinata, causati da interessi nazionali e da decisioni unilaterali degli Stati
Membri.
Fuoco
Come ultimo elemento, ma non per importanza, è necessario un fuoco digitale. I primi due decenni del XXI
secolo sono stati caratterizzati da una nuova tecnica di warfare, il cyberterrorismo. E’ fondamentale, quindi,
lo sviluppo di un sistema di cyberdifesa a protezione del sistema digitale europeo. In risposta a questo
fenomeno gli Stati devono lasciarsi indietro i meccanismi di difesa obsoleti e organizzarsi cooperando per
proteggere i propri cittadini dalle minacce globali provenienti dall’ecosistema digitale.
Come nel mondo fisico, anche l’ecosistema digitale possiede degli elementi naturali fondamentali. Quindi, è
necessario che questi vengano ben analizzati e compresi perché il nostro continente riesca a riacquisire un
certo potere di mercato e a raggiungere l’indipendenza digitale. Dati gli ingenti investimenti e le capacità
intellettuali necessarie, per realizzare questo obiettivo esiste solo un modo: insieme, come Unione
Europea.

Victor BROERS – Founder of the Navona Institute (Estratto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *